Approfondimenti

Impianti di ventilazione in provincia di Bolzano e Trento

Termogeneral è una ditta di Laives, in provincia di Bolzano, specializzata in progettazione e installazione di impianti di ventilazione per cucine, ristoranti, alberghi, bar e uffici.

Recupero energetico

Come già detto, effettuare un ricambio d'aria significa estrarre quella viziata da un ambiente specifico e, contemporaneamente, immettervi aria pulita.

Tuttavia, questo processo rigenerativo determina non solo l'eliminazione delle impurità, ma anche la perdita definitiva del calore presente all'interno di un locale.

Da questo punto di vista, pertanto, parliamo di uno spreco: trattasi, cioè, di un consumo non necessario, che è però possibile evitare grazie a sistemi in grado di trattenere il calore.

Le moderne tecnologie, infatti, consentono di sfruttare il calore che in molti casi viene dissipato all'esterno mediante dispositivi capaci di conservarlo durante il processo di riconversione.

Tali sistemi di recupero del calore sono disponibili in diverse tipologie ed offrono efficienze che vanno dal 50 al 90%.

Esempio di recupero del 50%:
Temperatura aria del locale 20 °C
Temperatura aria esterna – 5 °C
Temperatura aria immessa 7,5°C

Nel caso sopra indicato, utilizzando l'aria estratta dal locale ad una temperatura di 20 °C, grazie al recupero di calore quella di rinnovo sarà immessa ad un temperatura di 7,5 °C anziché – 5°C.

Perché ventilare?

  • Perché?
Il problema del ricambio dell'aria di una stanza o di un qualsiasi locale chiuso si presenta nel momento in cui vengono introdotti dei fattori che "inquinano" l'aria presente nell'ambiente, compromettendo pertanto il benessere degli occupanti. 

Tali fattori inquinanti possono essere generati dalla presenza di persone (odori e anidride carbonica come residuo della respirazione) da macchinari che emanano vapori o gas, da sostanze organiche (cibi, alimenti), da agenti chimici oppure da qualsiasi altro fattore capace di alterare le caratteristiche naturali dell'aria.

Per ricambiare l'aria è a volte sufficiente aprire le finestre (se presenti), ma in molti casi la ventilazione offerta dalle finestre non è sufficiente ad eliminare i fattori inquinanti. 

In altri casi aprire le finestre non è invece una soluzione idonea, in quanto nei periodi invernali l'entrata di aria fredda dall'esterno può provocare notevoli fastidi.

  • Come?
La ventilazione meccanica forzata permette di mantenere all'interno degli ambienti interessati le corrette condizioni di qualità dell'aria. Essa è necessaria ed in alcuni casi risulta obbligatoria per legge (come in locali pubblici dove vi sono apparecchiature che generano fumi o vapori).

Se oltre alla qualità dell'aria si intende ottenere anche Il controllo della temperatura e dell'umidità ambientale, è possibile "climatizzare" l'impianto di ventilazione, ossia dotarlo di sistemi di riscaldamento, raffreddamento, umidificazione e deumidificazione.

  • Esempi
Un tipico esempio è rappresentato dalla climatizzazione dei centri benessere: infatti, oltre ad effettuare un regolare e necessario ricambio aria, in questi contesti i valori di umidità e temperatura vanno costantemente controllati a causa della notevole presenza di acqua e relative evaporazioni (piscine, vasche idromassaggio, docce, bagno turco, ecc), in maniera da evitare formazioni eccessive di condense che danneggerebbero le strutture e creerebbero disagio agli occupanti.

La ventilazione nelle sale da pranzo, sebbene sia molto importante, risulta molto sottovalutata. Difatti, La presenza all'interno di un discreto numero di persone, nonché la presenza di cibi di diverso genere, provoca in poco tempo un "inquinamento" notevole delle caratteristiche naturali dell'aria.

Aspirazione o immissione?

Per effettuare un ricambio di aria bisogna inevitabilmente espellere dall'ambiente quella esausta e, al contempo, immettere aria nuova proveniente dall'esterno. 

Se non si effettua questa semplice operazione, il locale può andare in depressione (se è presente l'aspirazione e manca l'immissione di aria esterna) oppure in pressione (se manca l'aspirazione ed è presente solo l'immissione). 

Avere il locale in pressione o in depressione provoca innanzitutto un calo netto delle prestazioni associate agli impianti di ventilazione, vanificandone così le funzionalità. 

In secondo luogo crea disagi agli occupanti, i quali avranno a che fare con spifferi e correnti d'aria anomale, oltre a difficoltà non irrilevanti nell'apertura e nella chiusura dei serramenti.

Nel caso dell'estrazione di piccole quantità di aria (aspiratore bagni o altri piccoli aspiratori), questi problemi possono essere trascurati, poiché l'aria viene prelevata aprendo la finestra oppure recuperata da locali attigui, senza creare troppi disagi.

Nel caso invece di ricambi d'aria piuttosto elevati, i problemi connessi non sono più trascurabiliGli impianti di aspirazione per le cucine di ristoranti o alberghi sono un esempio tipico per spiegare quanto appena detto.

Molto spesso, infatti, le cucine sono dotate della sola cappa di aspirazione e, dato che la quantità di aria estratta in questo caso è di notevole entità, il locale della cucina ovviamente si troverà in forte depressione. 

È uso comune in questi casi aprire la finestra, così da far entrare l'aria esterna per compensare l'estrazione; un'operazione che può sembrare funzionale, ma che ha due inconvenienti molto importanti:
  • l'aria proveniente dalla finestra non è controllata termicamente, quindi nei periodi invernali entra nella cucina una notevole quantità d'aria fredda con conseguenti disagi per il personale addetto;
  • l'aria entrante non è filtrata e quindi viene immessa in cucina (locale dove deve essere rispettata una certa igiene) dell'aria che, potenzialmente, contiene qualsiasi tipo di impurità.
Le problematiche fin qui espresse sono applicabili a qualsiasi sistema di ricambio dell'aria. Vista la numerosa casistica, esse sono molto articolate e offrono numerosi aspetti di valutazione.

Nella progettazione dei nostri impianti cerchiamo di tenere conto di tutti questi aspetti, offrendo al cliente il giusto compromesso fra costo e funzionalità.
Chiamaci per un preventivo: +39 0471 959979 
Share by: